Mal di schiena e lavoro pesante

Mal di schiena e lavoro pesante : le attività quotidiane che danneggiano la schiena

Durante le attività quotidiane i movimenti ripetitivi con le mani o le braccia, lo spostamento di carichi pesanti, il lavoro fisico pesante, i movimenti di piegamento e rotazione e l’esposizione alle vibrazioni sono le cause principali delle patologie riconducibili al mal di schiena.

I lavoratori coinvolti

Con l’avanzare dell’età il disco intervertebrale tende a perdere la sua capacità ammortizzatrice: la schiena diventa più soggetta a disturbi, soprattutto a livello lombare. Tale processo è accentuato sia da sforzi eccessivi che dalla vita sedentaria. In particolare, sul lavoro, ciò avviene quando: si sollevano pesi curvando o torcendo la schiena; si rimane a lungo in una posizione fissa (in piedi o seduti); si svolgono attività di traino o di spinta.
Il 62% dei lavoratori svolge operazioni ripetitive con le mani o le braccia per un quarto dell’orario di lavoro; il 46% lavora in posizioni dolorose o stancanti; il 35% trasporta o movimenta carichi pesanti.
Il mal di schiena e lavoro pesante è quindi una situazione piuttosto diffusa, che interessa buona parte della popolazione che lavora.

Prevenire il mal di schiena

Per la prevenzione delle lombalgie è utile indossare in modo continuo, durante lo svolgimento di lavori pesanti o attività che possano comportare il riacutizzarsi della patologia, una cintura Lombogib® Work della linea ortopedica di Dr. GIBAUD®. La cintura Lombogib® Work coniuga l’efficacia del sostegno grazie allo steccaggio a V brevettato con stecche al 100% in acciaio e leggerezza e aerazione, grazie al tessuto traforato, per il massimo del comfort.